Mar 3, 2013

TUTORIAL: KIRIGAMI PIANO BIRTHDAY CARD

Una versione più recente. Così vedete
un'alternativa di finitura.


Quando si è in ristrettezze economiche imparare a farsi i biglietti d'auguri a mano si rivela un bel risparmio, soprattutto a Natale. Certo, bisogna perderci un po' di tempo e avere qualche bella idea però spesso ne vale la pena. A meno che non siate come mio fratello, che si limita a scrivere con l'uniposca il nome del destinatario in "bella calligrafia" sul pacco ed è a posto così: "Che tanto i bigliettini io li butto sempre via!". Se siete così questo tutorial non vi serve. Personalmente, quando ricevo un bigliettino particolarmente bello lo conservo, un po' per ricordo un po' perché penso di scopiazzarlo ehehe.

Un'amica, questo fine settimana, ha pensato bene che, accidenti, l'indomani tutto sommato aveva proprio voglia di festeggiare il proprio compleanno. In questo modo, a me e i miei amici sono rimate circa 24 ore di tempo per decidere cosa regalarle e quanto spendere a testa. Da bravi neolaureati, disoccupati, precari impoveriti e un po' costretti dal poco preavviso, abbiamo deciso di prendere un regalo migliore risparmiando sul biglietto  (forse siamo solo un po' taccagni). Alla fine ho pensato di confezionare qualcosa a mano da accompagnare al pacchetto.

Il risultato è questo: 

Il pentagramma è fatto maluccio, lo so, però avevo
poco tempo, ancora meno pazienza e una di quelle
penne con la punta troppo sottile che se vuoi fare il
tratto spesso devi passarci sopra 2 o 3 volte.


L'idea, confesso, non è originale: arriva, of course, da san google; ho digitato: "birthday cards popup" alla ricerca di ispirazione e, tra i vari risultati papabili, ho pensato che il piano fosse il più semplice.
Se si ha un minimo di dimestichezza col kirigami, l'antica arte ninja del tagliare e piegare la carta in modo da darle forme tridimensionali, infatti, si nota subito che la struttura a piano è piuttosto facile da sia disegnare sia tagliare. Non certo come questa cosa qui: 

Se sapessi fare una cosa del genere forse avrei già un lavoro.
O forse no. Forse sarei un monaco amanuense. O una persona 
con un po' troppo tempo libero. 

Bando alle ciance, ecco come fare il pianoforte kirigami in quattro, semplici passi. 

Materiali:
  • due fogli di cartoncino a contrasto di cui uno proporzionalmente ridotto. 
  • Squadrette. 
  • Matita. 
  • Gomma. 
  • Colla (occhio che non sia una colla acquosa altrimenti il cartoncino diventerà ondulato e rovinerà il risultato finale).
  • Taglierino. 
  • Penne, pennarelli, glitter, ecc, se volete decorare il lavoro.
NB: Per evitare di rigare la scrivania basta piazzare dell'altro cartoncino spesso a proteggere la superficie.


Step 1) Prendiamo il cartoncino più piccolo disegniamo lo schema del pianoforte. In alternativa si può stampare il template che c'è qui sotto su un foglio di carta sottile, attaccarlo con dello scotch di carta (passatelo due volte sulle mani prima di attaccarlo ai fogli, per ridurre un po' l'appiccicosità) e rimuoverlo dopo aver effettuato i tagli. Se decidete di copiare il disegno attenti a non calcare troppo la matita, altrimenti sarà difficile cancellare bene. 

Ecco qua il template fatto a mano da moi.
Cliccate per ingrandire.
Potete stamparlo o copiarlo. Fate vobis.
Rispetto al template funziona così: 
  • linee continue --> tagliare
  • linee tratteggiate --> piegare a valle
  • linee puntinate --> piegare a monte
  • linea tratteggio grosso --> è dove si piega il foglio in due
Per facilitare la fase di piega, effettuiamo il cosiddetto "mezzo taglio" che consiste nel passare la punta del taglierino, incidendo ma non tagliando, sulla parte a monte delle parti da piegare. 


...ed ecco il mio capolavoro. A dire la verità il disegno sopra
l'ho fatto parecchio dopo perché questo non si capiva.


Step 2) Dopo aver tagliato seguendo il template, pieghiamo il foglio, un tasto alla volta. Quando abbiamo finito, cancelliamo il disegno a matita.



Ci vuole un po' di pazienza ma il risultato è appagante!

Step 3) Girato il foglio, passiamo la colla non vinilica su tutta la superficie che non fa parte della tastiera poi incolliamo il cartoncino bianco al cartoncino colorato. 


Step 4) L'ultima fase, facoltativa, sono i ritocchi. Potete mettere una scritta, aggiungere decorazioni oppure lasciare semplicemente il kirigami pulito ed elegante. Io ho ritagliato e disegnato alcune note e ho aggiunto un generico "Happy birthday".
Il bigliettino a cui mi sono ispirata è più sobrio, come potete vedere, ciò non toglie che possiate sbizzarrirvi.


Non si tratta di un lavoretto particolarmente difficile però richiede tempo e un po' di pazienza. Diciamo che è anche un buon progetto se volete avvicinarvi al kirigami con qualcosa di semplice ma non banale. Inoltre, se avete amici musicisti o amanti della musica in generale, questo è un bigliettino super appropriato per ogni occasione. 

Che ne pensate? Anche voi siete dei taccagn... ehm degli artisti che amano personalizzare i biglietti per gli amici? Condividete i vostri così posso copiar... ehm lodarvi!

Alla prossima, Alice