May 12, 2013

TUTORIAL: BIGLIETTO KIRIGAMI MUGHETTO (Lily of the valley kirigami)



Buona festa della mamma a tutte le mamme :-)

   ...E cosa c'è di meglio di un bel fiore per festeggiare la festa della mamma? Un bel fiore che non appassisce! 
Per chi come me ha il contrario del pollice verde (che secondo il disco cromatico è il pollice fucsia) un bigliettino come questo è perfetto. 
Dato che il fiore preferito di mia mamma è il mughetto (mi piace tantissimo il suono del nome inglese: lili of the valley), ho deciso di creare un kirigami (per chi non lo sapesse, trattasi dell'arte samurai di tagliare e piegare un unico foglio in modo da dargli forme tridimensionali) ad hoc. Il design è mio per cui lo schema non è un granché come potete apprezzare  dalla foto: 

Tutto chiarissimo. Brava Alice per l'ottimo disegno
da cui non si distinguono tratteggi da puntini!
   Dal disegno non si capisce bene quali siano le pieghe a monte e quali siano a valle ma, se non altro, la parte di piega è talmente banale che è impossibile sbagliare. L'unica cosa da sapere è che le linee continue corrispondono ai tagli (tranne ovviamente la linea che dove si piega in due il biglietto) e le linee tratteggiate sono le pieghe e quindi è bene effettuare dei mezzi-tagli nella parte a monte per guidare le pieghe. 
Al contrario del kirigami dell'Empire State Building di qualche tempo fa è la parte del taglio la vera gatta da pelare. Per questo progetto è importante che si lavori con del cartoncino bello robusto, in modo che il fiore non si afflosci una volta staccato dal foglio. Bisogna che il taglio sia profondo, altrimenti vi toccherà, come è successo a me, di dover ritornare più volte sugli stessi punti perché la silhouette si stacchi con successo. Attenzione alle punte dei mughetti che sono un po' ravvicinate e lavorate sempre con un taglierino molto affilato, proteggendo il piano di lavoro.


Procediamo! 

I materiali necessari e molto ovvi sono:
  • Cartoncino, che sia robusto altrimenti il fiore si affloscia! Sarà duro da tagliare ma è importante che il fiore stia su.
  • Matita.
  • Gomma.
  • Squadrette. 
  • Taglierino affilatissimo o bisturi.

Per l'eventuale decoro, totalmente facoltativo, servono:
  • Cartoncino a contrasto.
  • Colla non vinilica.
  • Normografo (il coso per scrivere le lettere dritte in tecnica).
  • Penna con la punta sottile da usare con il normografo.
  • Appiccichini vari.

Step 1) Modifichiamo le dimensioni del foglio di partenza in base a quanto si vuole fare grande il lavoro. 


Step 2) Copiare o stampare e ricalcare lo schema del kirigami (chiedo scusa per la cattiva qualità dell'immagine). Lavorare usando una matita morbida e non calcare troppo per non lasciare segni permanenti. 

Cliccate per ingrandire e scusate la
pessima qualità dell'immagine. Non
sono un granché nel fotoritocco :-(

Step 3) Tagliamo! Ricordate che le linee continue son quelle da tagliare, eccetto la linea che divide il foglio in due. Le linee tratteggiate e la linea che divide il disegno vanno incise con un mezzo-taglio (basta passare il taglierino sulla linea senza tagliarla, marcandola un po').

Dannati mughetti quanto siete difficili da tagliare!
Ingrandendo le varie foto potrete notare quanto
"bene" ho seguito le linee guida. I miei mughetti sembrano
tagliati con l'accetta.
Step 4) Cancelliamo con delicatezza il disegno guida, assicuriamoci che tutto sia stato tagliato fino in fondo (attenzione agli angoli e ai punti di incontro) cominciamo a piegare un pezzo per volta.


Step 5) Quando abbiamo piegato bene le foglie del mughetto possiamo piegare in due il cartoncino per assicuraci che tutte le pieghe siano corrette e il biglietto si chiuda.

Si chiude con successo! Yeah.
A questo punto, chi vuole si può fermare e tenere il proprio kirigami monocolore, sobrio ed elegante. Io, come al solito, ci ho aggiunto un po' di roba per dargli un'aria più "bigliettosa" (evviva i neologismi).

Per aggiungere il cartoncino a contrasto come ho fatto io e dare un po' di vivacità al biglietto si procede cosi:

Step 1) Scegliamo un cartoncino del colore adatto, ovviamente più lungo del cartoncino base, e segniamo con una matita la larghezza desiderata.


Step 2) Tagliamo in base alle dimensioni desiderate e cospargiamo di colla il retro del cartoncino col kirigami nei punti che non fanno parte del mughetto.

Colla NON vinilica, mi raccomando, altrimenti
si formano le ondine.
Se non volete perdere l'effetto figo della luce che passa attraverso il biglietto usate una carta non troppo pesante oppure compratene una traforata.

Come vedete la luce passa lo stesso. Se usate un
cartoncino meno spesso del mio il risultato sarà
ancora più evidente.
Dopo averlo appiccicato decorate pure a piacere. Io ho aggiunto la scritta "Happy mother's day" dato che l'ho fatto per la festa della mamma, ma nessuno vi impedisce di fare lo stesso lavoro per un compleanno o per qualunque altra occasione (maschi che leggete il blog, mostrate le vostre capacità creative alla vostre morose!).



Il bellissimo timbro "handmade" l'ho comprato da una deliziosa ragazza che esponeva al by hand (Una meravigliosa mostra di artigianato ti altissimo livello che si tiene ogni sei mesi a Torino).   Vi segnalo il sito perché aveva dei libri veramente carini in vendita, tutte cose molto particolari di grafica e design: http://nb-libreria.blogspot.it/

Il bigliettino è finito. Si tratta un po' di un pensierino dell'ultimo momento ma questo è il bello del kirigami: è di grandissimo effetto ed è sempre apprezzato. Per lo meno mia mamma mi è sembrata contenta. A pensarci bene le mamme son sempre contente anche dei peggio lavoretti. Vediamo cosa dirà l'anno prossimo del porta penne fatto con le mollette del bucato. O della collana di maccheroni. Ehehehe.
In ogni caso il kirigami si conferma una delle mie tecniche di lavoro preferite. 


Presentato con le meringhe, sempre fatte a mano, è stato super apprezzato! 

Fatemi sapere cosa ne pensate.

Alla prossima,

Alice